Archivi

Petizione: contro l’aumento del canone Telecom

Ho aggiornato il post perchè ho trovato alcuni articoli aggiornati su questo tema, prego leggeteli e meditate …
Sotto trovate le indicazioni per la petizione lanciata dalla rivista L’Altroconsumo.

CALANO I PREZZI DELLA BANDA LARGA
Un’analisi di Point Topic ha analizzato per aree geografiche i prezzi dei servizi di connessione. Gli abbonati a banda larga in tutto il mondo stanno spendendo sempre meno
http://www.pubblicaamministrazione.net/connettivita/news/1372/calano-i-prezzi-della-banda-larga.html

FASTWEB: NO ALL’AUMENTO DEL CANONE TELECOM
Stefano Parisi considera sbagliati e deboli i presupposti valutati daTelecom Italia per l’aumento del canone in unbundling.
… “L’amministratore delegato confida che l’Authority non accolga la richiesta di Telecom Italia, basata su “principi sbagliati e deboli”: sbagliati “perché non basati sul costo storico della Rete che é in diminuzione”, ma anche deboli “perché l’Italia sarebbe l’unico paese dove le tariffe crescono invece di diminuire”.
http://punto-informatico.it/pi.asp?id=2466432

CANONE E TARIFFE, CHI SI MOBILITA?
Gli operatori alternativi storcono il naso, i competitor di TelecomItalia pure, e ora c’e’ chi si augura che contro gli imminenti rialzidelle tariffe TLC gli italiani facciano qualcosa. Altroconsumo sul piede di guerra.
http://punto-informatico.it/2466460/Telefonia/News/canone-tariffe-chi-si-mobilita.aspx

L’autorevole rivista L’Altroconsumo ha lanciato una petizione contro una serie di temi riguardanti il sistema nazionale delle telecomunicazioni.

” …  Nella situazione di recessione internazionale nella quale ci troviamo, il rischio è che si usi strumentalmente la crisi per mantenere in piedi e, anzi, rafforzare, barriere anticoncorrenziali e vecchie inefficienze; è proprio in un periodo di crisi, come quello attuale, che si dovrebbero invece trovare gli stimoli e le ulteriori motivazioni per aprire e sbloccare colli di bottiglia e posizioni di rendita che, come è noto, in Italia nel settore delle telecomunicazioni non sono ancora stati intaccati. …”

Di seguito i punti principali della petizione:
a) rigettare le richieste di aumento del canone di unbundling presentate da Telecom Italia e il conseguente innalzamento di circa 2 euro del canone al dettaglio.
b) Dare un taglio netto alle tariffe di terminazione mobile.
c) Rigettare gli impegni presentati da Telecom Italia e dare vita ad una separazione societaria della rete quale stimolo alla NGN.

Se volete leggere il testo completo andate:
http://www.altroconsumo.it/asp/SmartInquiry/SmartInquiry.aspx?src=224563

Comments are closed.